Libro del Levitico



 

Autore: Mosè era l’autore del Libro del Levitico.

Data della Stesura: Libro del Levitico fu scritto tra il 1440 ed il 1400 a.C.

Scopo della stesura: A causa della cattività che ha tenuto gli Israeliti in Egitto per 40 anni, il concetto di Dio è stato distorto dagli Egiziani pagani, politeisti. Lo scopo del Levitico era di provvedere istruzioni e leggi per guidare un popolo che peccava e che era ancora da redimere nella Sua relazione con un Dio santo. C’è un’enfasi nel Levitico sul bisogno di una santità personale in risposta ad un Dio santo. Il peccato deve essere espiato attraverso l’offerta di appropriati sacrifici (capitoli 8-10). Altre tematiche affrontate nel libro sono i cibi (impuri e puri), le nascite e le malattie che sono attentamente regolate (capitoli 11-15). Il capitolo 16 descrive il Giorno dell’Espiazione, quando un sacrificio annuale è fatto per il peccato collettivo del popolo. Oltretutto, il popolo di Dio deve vigilare sulla propria vita personale, morale e sociale, in contrasto con le pratiche dei popoli pagani intorno a loro (capitoli 17-22).

Versi chiave: Levitico 1:4:” E poserà la mano sulla testa dell'olocausto, il quale sarà accetto all'Eterno, per fare espiazione per lui.”

Levitico 17:11:” Poiché la vita della carne è nel sangue. Per questo vi ho ordinato di porlo sull'altare per far l'espiazione per le vostre persone; perché il sangue è quello che fa l'espiazione, mediante la vita. “

Levitico 19:18:” Non ti vendicherai, e non serberai rancore contro i figliuoli del tuo popolo, ma amerai il prossimo tuo come te stesso. Io sono l'ETERNO.”

Breve riassunto: Capitoli 1-7 evidenziano le offerte richieste sia al laicato e sia ai sacerdoti. I capitoli 8-10 sono la descrizione della consacrazione di Araonne e dei suoi figli al sacerdozio. I capitoli 11-16 parlano delle varie regole da seguire per vari tipi di impurità. Diverse feste furono istituite per il popolo, nell’adorazione di Geova Dio, da svolgersi secondo le leggi di Dio. Benedizioni o persecuzioni avrebbero accompagnato chi osservava e chi rinnegava i comandamenti (capitolo 26). Nel Capitolo 27 vengono fatte promesse al Signore.

La prima tematica del Levitico è la santità. La richiesta di Dio di santità al Suo popolo si basa sulla Sua natura santa. L’altro tema che va di pari passo è quello dell’espiazione. La santità deve essere mantenuta davanti a Dio e può soltanto essere raggiunta attraverso un’appropriata espiazione.

Anticipazioni: Molte delle pratiche ritualistiche dell’adorazione sono una fotografia della persona e dell’opera del nostro Salvatore, il Signore Gesù Cristo. Ebrei 10 ci dice che la Legge Mosaica è “solo un’ombra delle cose che dovevano venire” significando con ciò che i sacrifici giornalieri offerti dai sacerdoti per i peccati del popolo erano una raffigurazione dell’ultimo Sacrificio- Gesù Cristo, il cui sacrificio sarebbe stato una volta per tutte per coloro che avrebbero creduto in Lui. La santità impartita temporaneamente dalla Legge sarebbe stata un giorno sostituita dal totale raggiungimento della santità quando i Cristiani avrebbero ricevuto la giustizia di Cristo (2 Corinzi 5:21).

Applicazione pratica: Dio prende la Sua santità molto sul serio e così dovremmo fare noi. La tendenza nella chiesa postmoderna è di farsi un Dio a propria immagine, dandogli quegli attributi che noi vorremmo Lui avesse invece di quelli di cui parla la Sua parola. La completa santità di Dio, il Suo splendore trascendente e la Sua “luce inavvicinabile” (1 Timoteo 6:16) sono concetti sconosciuti a molti Cristiani. Siamo chiamati a camminare nella Luce e a mettere via le tenebre nelle nostre vite, così che posiamo piacergli. Un Dio santo non può tollerare il peccato, palese e impudente, nel Suo popolo, quindi la Sua santità Gli richiede di punirlo. Non ci è permesso di essere superficiali nei nostri atteggiamenti verso il peccato o sminuire la condanna di Dio verso esso.

Lode a Dio che a causa della morte di Gesù, al posto nostro, non dobbiamo più offrire sacrifici di animali. Il Levitico riguarda la sostituzione. La morte degli animali era una condanna sostitutiva per coloro che avevano peccato. Allo stesso modo, ma molto meglio, il sacrificio di Gesù sulla croce era la sostituzione per i nostri peccati. Ora possiamo comparire davanti a un Dio dalla santità assoluta senza timore, perché Egli vede in noi la giustizia di Cristo.


Torna alla home page italiana

Libro del Levitico