Il Libro di Esdra?




"Il Libro di Esdra?"

Autore: Il libro di Esdra non menziona il proprio autore. Secondo la tradizione fu il profeta Esdra a scriverlo. E' interessante notare che nel momento in cui Esdra appare nel capitolo 7, l'autore del libro inizia a scrivere non più in terza persona, ma in prima. E' questo un indizio che fa pensare che Esdra sia lo scrittore del libro.

Datazione: Il libro di Esdra fu scritto tra il 460 ed il 440 a.C.

Scopo del Libro: Il libro di Esdra è dedicato agli eventi accaduti nella terra d'Israele durante il ritorno dalla cattività babilonese e gli anni seguenti, considerando un periodo di all'incirca un secolo, a partire dal 538 a.C. L'enfasi di Esdra è sulla ricostruzione del Tempio. Il libro contiene le genealogie, per raggiungere lo scopo di affermare il ruolo dei discendenti di Aronne tra i sacerdoti.

Versetti chiave:

Esdra 3:11 “Ed essi cantavano rispondendosi a vicenda, celebrando e cantando al Signore:' perchè Egli è buono, perchè la Sua bontà dura in eterno'. E tutto il popolo, gridando di gioia, lodava il Signore, perchè si erano poste le fondamenta della casa del Signore”.

Esdra 7:6, "Questo Esdra veniva da Babilonia. Era uno scriba esperto nelle legge di Mosè, data dal Signore, Dio d'Israele. Siccome la mano del Signore, suo Dio, era su di lui, il re gli concesse tutto ciò che domandò”.

Breve Riassunto: Il libro di Esdra può essere suddiviso in questo modo: Capitoli 1-6—il primo ritorno con Zerubbabel, e la ricostruzione del Secondo Tempio. Capitoli 7-10—il ministerio di Esdra. Metà del secondo secolo è narrato tra il sesto e settimo capitolo, i personaggi della prima parte del libro morirono quando Esdra iniziò il suo ministerio a Gerusalemme. Esdra è il personaggio non solo in questo libro, ma anche nel libro di Neemia. In entrambe i libri son presenti preghiere di confessione (Esdra 9; Neemia 9) fatte per la separazione del popolo a causa delle loro pratiche di peccato. Alcuni concetti chiave ricorrono, come i messaggi incoraggianti di Haggai e Zaccaria, i quali fanno apparire il libro come profetico (Esdra 5:1).

Il libro di Esdra tratta il ritorno dalla cattività fino alla ricostruzione del Tempio e alla proclamazione del decreto di Artaserse, evento narrato all'inizio del libro di Neemia. Mentre Haggai fu il profeta principale ai tempi di Esdra, Zaccaria invece fu il profeta ai tempi di Neemia.

Profezie: Nel libro di Esdra vi è una continuazione della tematica biblica del residuo. Quando avviene un disastro o un giudizio, Dio preserva sempre qualcuno- Noè e la sua famiglia dalla distruzione del diluvio; la famiglia di Lot da Sodoma e Gomorra; i 700 profeti d'Israele dalla persecuzione di Ahab e Jezebel. Quando gli Israeliti furono portati fuori dall'Egitto, Dio li preservò e li portò nella terra Promessa. Cinquecento persone tornarono nella terra di Giudea in Esdra 2:64-67, e nonostante ciò, quando vengono descritti come quelli che vissero nei giorni prosperosi del regno del re Davide, il loro commento è: “noi siamo qui in questo giorno come residuo”. Il tema del residuo viene trattato anche nel Nuovo Testamento dove Paolo ci dice “Così anche al presente, c'è un residuo eletto per grazia” (Romani 11:5). Nonostante la maggior parte delle persone rifiutò Gesù, vi fu una parte del popolo che Dio preservò nel patto della Sua grazia. Attraverso tutte le generazioni a partire da Cristo, vi è sempre una parte che rimase fedele, in quanto scelsero di camminare sulla strada più stretta che porta alla vita eterna (Matteo 7: 13-14). Questa parte di persone sono preservate dal potere dello Spirito Santo il quale li protegge e li preserverà fino all'ultimo giorno (2 Corinzi 1:22; Efesini 4:30).

Applicazione Pratica: Il libro di Esdra è una cronaca di speranza. Per il Cristiano che ha una vita di peccato e ribellione contro Dio, vi è una grande speranza che il nostro Dio perdona, in quanto Egli non è un Dio che girerà le spalle nel momento in cui lo cercheremo (1 Giovanni 1:9). Il ritorno degli Israeliti a Gerusalemme e la ricostruzione del Tempio son ripetute nella vita di ogni Cristiano che torna dalla cattività del peccato e della ribellione contro Dio e trova in Lui una dimora accogliente ed amorevole. Non importa per quanto tempo siamo stati distanti, Egli è pronto a perdonarci e accoglierci nella Sua famiglia. Egli desidera mostrarci come ricostruire le nostre vite e rendere il nostro cuore il tempio dello Spirito Santo. Come per la ricostruzione del tempio di Gerusalemme, Dio è responsabile per il lavoro di rinnovamento e riedificazione delle nostre vite al Suo servizio.

L'opposizione a Dio nella ricostruzione del tempio è tipica nel lavoro del nemico nelle nostre anime. Satana utilizza coloro che appaiono mandati da Dio per ingannarci e portarci via dai piani di Dio. Esdra 4:2 descrive il discorso di coloro che proclamano di adorare Dio ma che hanno come reale intento di buttar giù, piuttosto che ricostruire. Dobbiamo dunque essere in guardia di fronte a tali persone, sapendo rispondere come gli Israeliti, i quali rifiutarono di essere ingannati dalle loro false professioni di fede e dalle loro parole.


Torna alla home page italiana

Il Libro di Esdra?