www.GotQuestions.org/Italiano




Domanda: "Che cosa succede alle persone che non hanno mai avuto la possibilità di sentir parlare di Gesù?"

Risposta:
Tutte le persone sono responsabili verso Dio, sia che abbiano sia che non abbiano sentito “parlare di Lui”. La Bibbia ci dice che Dio si è chiaramente rivelato nella natura (Romani 1:20) e nel cuore delle persone (Ecclesiaste 3:11). Il problema è che la razza umana è peccatrice; rigettiamo tutti questa conoscenza di Dio e ci ribelliamo contro di Lui (Romani 1:21-23). Senza la Sua grazia, Dio ci abbandonerebbe ai desideri peccaminosi del nostro cuore, permettendoci di scoprire che vita inutile e miserabile è senza di Lui. Egli fa questo con quanti Lo respingono (Romani 1:24-32).

In realtà, non è che alcune persone non abbiano sentito parlare di Dio. Piuttosto, il problema è che esse hanno rifiutato quanto hanno sentito e ciò che si vede facilmente nella natura. In Deuteronomio 4:29 è scritto: “Ma di là cercherai il SIGNORE, il tuo Dio, e lo troverai, se lo cercherai con tutto il tuo cuore e con tutta l’anima tua”. Questo versetto insegna un importante principio: chiunque ricerchi davvero Dio Lo troverà. Se una persona desidera davvero conoscere Dio, Egli si farà conoscere.

Il problema è che “non c’è nessuno che capisca, non c’è nessuno che cerchi Dio” (Romani 3:11). La gente respinge la conoscenza di Dio che è presente in natura e nel suo stesso cuore, e invece decide di adorare un “dio” di propria creazione. È da stolti dibattere sull’equità di Dio nel mandare all’inferno qualcuno che non abbia mai avuto l’opportunità di ascoltare il Vangelo di Cristo. Le persone sono responsabili verso Dio per quanto Dio ha già rivelato loro. La Bibbia dice che le persone respingono questa conoscenza, e pertanto Dio è giusto nel condannarle all’inferno.

Anziché dibattere sul destino di quanti non hanno mai ascoltato il Vangelo, noi, come cristiani, dovremmo fare del nostro meglio per assicurarci che lo ascoltino. Noi siamo chiamati a diffondere il Vangelo in tutte le nazioni (Matteo 28:19-20; Atti 1:8). Il fatto che sappiamo che le persone rifiutano la conoscenza di Dio rivelata nella natura deve motivarci a proclamare la Buona Notizia della salvezza mediante Gesù Cristo. Solo accettando il Vangelo della grazia di Dio mediante il Signore Gesù Cristo, le persone possono essere salvate dai loro peccati e liberate da un’eternità senza Dio all’inferno.

Se partiamo dall’assunto che a quanti non hanno mai ascoltato il Vangelo è concessa misericordia da parte di Dio, ci imbatteremo in un terribile problema. Se le persone che non hanno mai ascoltato il Vangelo vengono salvate… dovremmo assicurarci che nessuno mai ascolti il Vangelo! La cosa peggiore che potremmo fare sarebbe di condividere il Vangelo con una persona e che questa lo rifiuti. Se ciò dovesse accadere, costei sarebbe condannata. Le persone che non ascoltano il Vangelo devono essere condannate, altrimenti non ci sarebbe alcun motivo per l’evangelizzazione. Perché correre il rischio che le persone rigettino probabilmente il Vangelo e si condannino da sole, quando precedentemente sono salve perché non hanno mai ascoltato il Vangelo?


© Copyright 2002-2014 Got Questions Ministries.