www.GotQuestions.org/Italiano




Domanda: "Cos’è la camminata di preghiera? E’ biblico andare ad una camminata di preghiera?"

Risposta:
La camminata di preghiera è la pratica del pregare in un luogo ed un tipo di preghiera d’intercessione che coinvolge il camminare vicino ad una zona particolare, mentre si prega. Alcune persone ritengono che pregare nelle vicinanze di una certa zona, permette loro di “pregare più vicino, per pregare in maniera più chiara.” Le passeggiate di preghiera sono fatte da individui, gruppi ed anche da chiese intere. Esse possono essere brevi, intorno ad un isolato, come lunghe quanto chilometri. L’idea è di usare i cinque sensi- vista, udito, olfatto, gusto e tatto- per migliorare la comprensione dei bisogni per i quali si prega. Ad esempio, se tu cammini nel tuo vicinato ricercando cose per le quali pregare, potresti arrivare ad un cortile particolarmente trascurato. Questo potrebbe portarti a pregare per la salute, sia spirituale che fisica, dei suoi abitanti. Alcuni gruppi di preghiera camminano intorno alle scuole, pregando per gli insegnanti e per gli studenti che sono all’interno, per la loro sicurezza e pace ed anche per quelle macchinazioni del diavolo, nella loro scuola, da essere contrastate. Alcune persone sentono di poter concentrare e dirigere le proprie preghiere più efficacemente nel camminare vicine alle persone ed ai luoghi, per i quali stanno pregando.

La camminata di preghiera è fenomeno relativamente recente, la cui origine non è chiara. Non esiste un modello biblico per la camminata di preghiera, anche se siccome camminare era il principale modo di spostarsi da un posto all’altro, nei tempi biblici, sicuramente il popolo deve aver camminato e pregato allo stesso tempo. In ogni caso non c’è un comando esplicito sul fatto che la camminata di preghiera dovrebbe essere fatta. Credere che la preghiere offerte in un certo posto, o in una specifica posizione, siano più efficaci di quelle offerte in un momento particolare o in un luogo particolare, non è scritturale. Inoltre, se da un lato sentiamo di dover essere più vicini ad un luogo o ad una situazione per pregare meglio, il nostro Padre celeste, che è ovunque e in ogni momento, sa esattamente quali sono i bisogni e risponderà loro, secondo la Sua perfetta volontà e tempi. Il fatto che Egli ci concede di essere parte dei Suoi piani attraverso le nostre preghiere è per il nostro beneficio non per il Suo.

Siamo esortati a “pregare senza smettere” (1 Tessalonicesi 5:17) e poiché camminare è qualcosa che facciamo quotidianamente, sicuramente parte del pregare senza mai smettere è farlo mentre si cammina. Dio ascolta tutti coloro che dimorano in Cristo (Giovanni 15:7), indifferentemente dal tempo, posto o posizione. Allo stesso tempo, non c’è nessuna indicazione che faccia credere che Dio sia contro la camminata di preghiera e qualsiasi cosa che ci stimola a pregare è degno di considerazione.

© Copyright 2002-2014 Got Questions Ministries.