Che cosa dice la Bibbia sul dibattito ‘creazione contro evoluzione’?




Domanda: "Che cosa dice la Bibbia sul dibattito ‘creazione contro evoluzione’?"

Risposta:
Lo scopo di questo articolo non è di presentare una tesi scientifica nel dibattito “creazione contro evoluzione”. Se stai cercando le argomentazioni scientifiche a riguardo, raccomandiamo calorosamente il sito “Risposte nella Genesi” (http://www.answersingenesis.org/italian/) e l’Institute for Creation Research (http://www.icr.org). [In italiano si consiglia il sito “Centro Studi Creazionismo” (www.creazionismo.org) (N.d.T.)]. Lo scopo di questo articolo è di spiegare ancor prima perché, secondo la Bibbia, esiste il dibattito “creazione contro evoluzione”. Romani 1:25 dichiara che gli uomini "hanno mutato la verità di Dio in menzogna e hanno adorato e servito la creatura invece del Creatore, che è benedetto in eterno. Amen".

Un fattore chiave che dobbiamo tutti riconoscere è che la stragrande maggioranza degli scienziati che crede nell’evoluzione è anche atea o agnostica. Ve ne sono alcuni che sostengono qualche forma di evoluzione teistica e altri che hanno una concezione deistica di Dio (Dio esiste ma non è coinvolto nel mondo... Tutto segue un corso naturale). Ve ne sono alcuni che guardano in modo sincero e onesto ai dati e giungono alla conclusione che l’evoluzione vi si attaglia meglio. Ancora una volta, però, questi rappresentano una porzione insignificante di scienziati che sono in favore dell’evoluzione. La stragrande maggioranza di scienziati evoluzionisti sostiene che la vita si è evoluta interamente senza ALCUN intervento da parte di un Essere superiore. L’evoluzione è per definizione una scienza naturalistica.

Se l’ateismo fosse vero, dovrebbe esserci una spiegazione alternativa al modo in cui l’universo e la vita sono venuti all’esistenza. Anche se le credenze in qualche forma di evoluzione precedevano Charles Darwin, questi fu il primo a sviluppare un modello plausibile del modo in cui l’evoluzione potrebbe essere avvenuta: la selezione naturale. Un tempo Darwin affermava di essere cristiano, ma successivamente rinunciò alla fede cristiana e all’esistenza di Dio a seguito di alcune tragedie che si verificarono nella sua vita. L’evoluzione fu "inventata" da un ateo. Lo scopo di Darwin non era di confutare l’esistenza di Dio, ma questo è uno dei risultati finali della teoria dell’evoluzione, la quale crea i presupposti dell’ateismo. Probabilmente, gli scienziati evoluzionisti di oggi non ammetterebbero che il loro scopo sia di fornire una spiegazione alternativa sulle origini della vita, così da dare un fondamento all’ateismo. Tuttavia, secondo la Bibbia, è esattamente per questo che esiste la teoria dell’evoluzione.

La Bibbia ci dice questo: “Lo stolto ha detto in cuor suo: ‘Non c’è Dio’” (Salmi 14:1; 53:1). La Bibbia afferma anche che le persone sono senza scusa per il fatto di non credere in un Dio Creatore: "Infatti le sue qualità invisibili, la sua eterna potenza e divinità, si vedono chiaramente fin dalla creazione del mondo essendo percepite per mezzo delle opere sue; perciò essi sono inescusabili" (Romani 1:20). Secondo la Bibbia, chiunque neghi l’esistenza di Dio è uno stolto. Perché, dunque, ci sono così tante persone, incluse alcune che sono cristiane, disposte ad accettare che gli scienziati evoluzionisti siano interpreti obiettivi dei dati scientifici? Secondo la Bibbia, essi sono stolti! La stoltezza non implica una mancanza d’intelligenza. La maggior parte degli scienziati evoluzionisti è intellettualmente brillante. La stoltezza indica l’incapacità di applicare appropriatamente la conoscenza. Proverbi 1:7 ci dice che "il timore del Signore è il principio della scienza; gli stolti disprezzano la saggezza e l’istruzione".

Gli scienziati evoluzionisti si fanno beffe del “creazionismo” e/o del “disegno intelligente” come tesi antiscientifiche che non meritano l’analisi scientifica. Affinché una teoria sia considerata una "scienza", sostengono loro, essa deve poter essere osservata e verificata, dev’essere "naturalistica". Il creazionismo è per definizione "soprannaturalistico". Dio e il soprannaturale non possono essere osservati o verificati (così fila il loro ragionamento), pertanto le teorie del creazionismo e/o quella del “disegno intelligente” non possono essere considerate delle scienze. Ne consegue che tutti i dati sono filtrati attraverso la preconcetta, presupposta e preaccettata teoria dell’evoluzione, senza che vengano prese in considerazione le spiegazioni alternative.

Tuttavia, l’origine dell’universo e l’origine della vita non possono essere osservate o verificate. Quando parlano delle origini, tanto il creazionismo quanto l’evoluzionismo sono sistemi basati sulla fede. Né possono essere verificati, perché non possiamo tornare indietro di miliardi (o migliaia) di anni per osservare l’origine dell’universo e della vita in esso. Gli scienziati evoluzionisti rifiutano il creazionismo per motivi che li costringono logicamente a rifiutare anche l’evoluzione come spiegazione "scientifica" delle origini. L’evoluzione, almeno rispetto alle origini, non si attaglia alla definizione di “scienza” più di quanto non lo faccia il creazionismo. L’evoluzione è presumibilmente l’unica spiegazione delle origini che possa essere verificata; pertanto, è l’unica teoria delle origini che possa essere considerata "scientifica". Questa è stoltezza! Gli scienziati che sostengono l’evoluzione stanno rifiutando una teoria plausibile delle origini senza nemmeno esaminarne onestamente i pregi, solo perché essa non rientra nella loro miope e illogica definizione di "scienza".

Se il creazionismo è vero, allora c’è un Creatore al quale dobbiamo rendere conto. L’evoluzionismo crea i presupposti dell’ateismo e fornisce agli atei una base per spiegare il modo in cui la vita esiste senza un Dio Creatore. L’evoluzionismo nega il bisogno che un Dio sia coinvolto nell’universo ed è la “teoria creazionista” della “religione” dell’ateismo. Secondo la Bibbia, la scelta è chiara. Possiamo credere nella Parola del nostro Dio onnipotente e onnisciente oppure nelle spiegazioni "scientifiche" e illogicamente preconcette degli stolti.


Torna alla home page italiana

Che cosa dice la Bibbia sul dibattito ‘creazione contro evoluzione’?