Che cos’è l’evoluzione teistica?



Domanda: "Che cos’è l’evoluzione teistica?"

Risposta:
L’evoluzione teistica è una delle tre principali concezioni generali sull’origine della vita. Le altre due sono l’evoluzione ateista (conosciuta anche come evoluzione Darwiniana e evoluzione naturalistica) e la creazione speciale.

L’evoluzione ateista dice che Dio non esiste e che la vita è emersa naturalmente dalla materia inorganica sotto l’influenza di leggi naturali (come la forza della gravità, etc.), la cui origine tuttavia non è spiegata. La creazione speciale afferma che Dio ha creato la vita direttamente, o dal nulla oppure dalla materia preesistente.

L’evoluzione teistica ha due varianti. La prima opzione suggerita è che c’è un Dio, ma che non è stato direttamente coinvolto nell’origine della vita. Può darsi che abbia creato la materia prima, oppure le leggi naturali, oppure che ha creato tutte queste cose con il pensiero di un eventuale insorgere della vita, ma a qualche punto Egli si è ritirato dalla creazione che ha preso controllo di sé stessa. Egli permette dunque che la creazione faccia ciò che vuole, qualunque cosa accada e pertanto la vita emerse naturalmente dalla materia inorganica. Questa veduta è simile all’evoluzione ateista in quanto presume un’origine naturalistica della vita.

La seconda opzione dell’evoluzione teistica è che Dio non ha semplicemente fatto uno o due miracoli per creare la vita come la conosciamo ma i suoi miracoli sono stati costanti in un lungo processo. Egli ha guidato passo per passo la vita lungo il sentiero che l’ha portata dalla semplicità primordiale alla complessità corrente, in un modo del tutto analogo all’albero dell’evoluzione della vita postulato da Darwin (i pesci produssero anfibi, che a loro volta produssero uccelli, mammiferi, etc). Laddove la vita non è stata capace di evolvere naturalmente (come è possibile che un arto di un rettile si evolva naturalmente in un’ala di un uccello?), Dio è intervenuto. Questa opzione è simile alla creazione speciale in quanto presume che Dio abbia agito sopranaturalmente in qualche odo per produrre la vita come oggi la conosciamo.

Ci sono varie differenze tra la creazione speciale descritta nella Bibbia e la teoria dell’evoluzione teistica. Una differenza importante è la concezione della morte. Gli evoluzionisti teistici tendono a credere che la terra sia vecchia di miliardi di anni e che la colonna geologica contenente il registro fossile rappresenta lunghe epoche di tempo. Dato che l’uomo compare tardi nel registro fossile, gli evoluzionisti teistici credono che molte creature sono vissute, morte e si sono estinte molto prima dell’arrivo dell’uomo. Ciò significa che la morte esisteva prima di Adamo e del suo peccato.

I creazionisti biblici credono che la terra è relativamente giovane e che il registro fossile è stato creato durante e dopo il diluvio di Noè. La stratificazione è spiegata con lo smistamento idrologico e la liquefazione, entrambe fenomeni osservati oggi in natura. Ciò colloca il registro fossile, e la morte su grande scala da esso riportato, qualche centinaio di anni dopo il peccato di Adamo.

Un’altra differenza importante tra le due posizioni riguarda l’approccio alla lettura del libro di Genesi. Gli evoluzionisti teistici tendono ad sottoscrivere o la teoria secondo la quale i sette giorni della creazione corrispondono a sette ere oppure alla teoria cosiddetta del “frame work”, entrambe le quali sono interpretazioni allegoriche della settimana creativa di Genesi 1. I creazionisti che credono in una terra giovane, sottoscrivono l’interpretazione di giorni di 24 ore in Genesi 1. Entrambe le vedute evoluzioniste teistiche tuttavia sono viziate dal punto di vista cristiano perché non sono in armonia con il racconto della Genesi.

Gli evoluzionisti teistici immaginano uno scenario Darwiniano nel quale si sono evolute le stelle, il nostro sistema solare, e poi la terra, le piante e gli animali ed infine l’uomo. Le due varianti teiste evoluzioniste sono in disaccordo sul ruolo svolto da Dio nella sequenza degli avvenimenti, ma sono concordi nel sottoscrivere una sequenza Darwiniana. Questa sequenza è in conflitto con la narrazione della Genesi. Dire che Genesi 1, ad esempio, indica che la terra è stata creata un giorno ed che il sole, la luna e le stelle sono state create in un giorno ma non sono state visibili dall’atmosfera terrestre fino al quarto giorno (dove vengono collocate nel racconto) è azzardato, in quanto la narrativa di Genesi dice chiaramente che la terra non aveva un’atmosfera fino al secondo giorno. Se il sole, la luna e le stelle sono state create il primo giorno, sarebbero state immediatamente visibili.

In aggiunta, il racconto della Genesi dice chiaramente che gli uccelli furono creati insieme alle creature marine il quinto giorno mentre gli animali terrestri non furono creati fino al sesto giorno. Ciò è in netto contrasto con la tesi Darwiniana che gli uccelli si sono evoluti dagli animali terrestri. La narrativa biblica dice che gli uccelli vennero prima degli animali. Gli evoluzionisti teistici dicono esattamente il contrario.

Una delle tendenze molto tristi nella Cristianità moderna è quella di reinterpretare la Genesi in modo tale da far spazio alle tesi evoluzioniste. Molti apologeti e insegnanti della Bibbia ben conosciuti hanno ceduto all’evoluzionismo e credono che, per essere credibili come cristiani, è meglio non aderire ad una interpretazione letterale della Genesi. Ma in effetti gli evoluzionisti perdono rispetto per coloro che dicono di credere nella Bibbia, ma poi sono immediatamente pronti a compromettere ciò che dice. Anche se i veri creazionisti nel mondo accademico sono sempre di meno, esisto organizzazioni fedeli come Answers in Genesis, la Creation Research Society, e l’Institute for Creation Research che affermano che la Bibbia è compatibile con la vera scienza e che nessuna parola della Bibbia è mai stata confutata dalla vera scienza. La Bibbia è la Parola vivente di Dio, dataci dal Creatore dell’universo, e la Sua descrizione di come ha creato quell’universo non è compatibile con la teoria dell’evoluzione, neppure una teoria “teistica” dell’evoluzione.


Torna alla home page italiana

Che cos’è l’evoluzione teistica?