Cos’è lo gnosticismo cristiano?




Domanda: "Cos’è lo gnosticismo cristiano?"

Risposta:
Non esiste lo gnosticismo cristiano, in quanto il vero cristianesimo e lo gnosticismo si escludono a vicenda. Difatti i principi su cui si basa lo gnosticismo contraddicono il significato del cristianesimo. Nonostante ci siano gnostici che si dichiarano cristiani, in realtà non lo sono.

Lo gnosticismo è stato l’eresia più pericolosa che minacciò la chiesa negli ultimi tre secoli. Sotto l’influenza di filosofi come Platone, lo gnosticismo si basa su due false premesse. Prima di tutto, considera un dualismo tra il corpo e lo spirito.

Lo gnosticismo afferma che il corpo è malvagio mentre lo spirito è buono. Data questa convinzione, gli gnostici son convinti che qualsiasi azione fatta con il corpo, anche la peggiore, non abbia alcun peso, in quanto la vera vita riguarda solo lo spirito.

In secondo luogo, lo gnostico dichiara di possedere una conoscenza superiore, una verità superiore, conosciuta solo da pochi. Gnosticismo deriva dalla parola greca gnosis che significa “conoscere”. La loro verità superiore non proviene dalla Bibbia, ma da una qualche rivelazione mistica superiore. Gli gnostici credono di essere una classe privilegiata in quanto possiedono una conoscenza di Dio più profonda ed elevata.

Per dimostrare l’incompatibilità tra il cristianesimo e lo gnosticismo, è sufficiente confrontare le loro diverse posizioni sulla fede. Sulla questione della salvezza, lo gnosticismo insegna che la salvezza si guadagni attraverso la conoscenza del divino che libera dal buio delle false illusioni.

Sebbene affermino di seguire Gesù ed i suoi insegnamenti, gli gnostici lo contraddicono. Difatti Gesù non parlò mai di salvezza attraverso la conoscenza, ma solo attraverso la fede in Lui come Salvatore dal peccato. Efesini 2:8-9: “Infatti è per grazia che siete stati salvati, mediante la fede; e ciò non viene da voi; è il dono di Dio. Non è in virtù di opere affinché nessuno se ne vanti”. Perdipiù la salvezza offerta da Cristo è per tutti e non solo per pochi eletti che hanno avuto una speciale rivelazione, (Giovanni 3:16).

Il cristianesimo afferma che vi è una sola fonte di verità, che è la Bibbia, ispirata, (Giovanni 17:17; 2 Timoteo 3:15-17; Ebrei 4:12). E’ la rivelazione scritta mandata da Dio per il genere umano senza alcuna interferenza da parte di pensieri, idee e visioni umane. D’altro canto, gli gnostici utilizzano una serie di testi che definiscono come libri perduti appartenenti alla Bibbia. Furono i padri della chiesa che non riconobbero questi testi come validi, rifiutandoli per le loro false dottrine sulla Bibbia, su Cristo, su Dio e sulla Salvezza. Vi sono moltissime contraddizioni tra i vangeli gnostici e la Bibbia. Persino quando citano versetti dalla Bibbia li modificano, parafrasano per farli combaciare con la propria dottrina, pratica proibita dalle stesse Scritture. (Deuteronomio 4:2; 12:32; Proverbi 30:6; Apocalisse 22:18-19)

Un altro motivo di forte contrasto è la persona di Gesù Cristo. Gli gnostici credono che Gesù non fosse un essere fisico, ma che la sua fisicità fosse solo apparente e che il suo spirito venne su di Lui nel momento del suo battesimo. Questa visione distrugge la vera umanità di Gesù e ignora l’incredibilità di Gesù pienamente uomo e Dio allo stesso tempo, tralasciando la reale sofferenza fisica di Gesù sulla croce. (Ebrei 2:14-17) La visione biblica afferma la sua completa umanità e divinità.

Lo gnosticismo si basa su un approccio mistico, intuitivo, soggettivo ed emotivo alla verità, credendo che si basi su qualcosa di molto antico che fanno risalire al Giardino dell’Eden, quando Satana intervenne per far peccare Adamo ed Eva.


Torna alla home page italiana

Cos’è lo gnosticismo cristiano?