Sono tutti uguali i peccati per Dio?



Domanda: "Sono tutti uguali i peccati per Dio?"

Risposta:
In Matteo 5:21-28, Gesù equipara il commettere adulterio con la concupiscenza nutrita nel cuore, e commettere omicidio come provare odio nel cuore. Tuttavia, questo non significa che i peccati siano uguali. Quello che Gesù stava cercando di far capire ai farisei è che si tratta pur sempre di peccato, anche se soltanto si pensi di commettere l’atto o lo si voglia fare. I capi religiosi dei tempi di Gesù insegnavano alla gente che andava bene pensare a qualunque cosa si volesse, purché non si agisse in base a quei desideri. Gesù li stava costringendo a comprendere che Dio giudica i pensieri di una persona così come le sue azioni. Gesù affermò che le nostre azioni sono il risultato di ciò che abbiamo nel cuore (Matteo 12:34).

Perciò, anche se Gesù disse che la concupiscenza e l’adulterio sono entrambi peccati, ciò non significa che essi siano uguali. È molto peggio uccidere effettivamente una persona che odiarla semplicemente — sebbene entrambe le cose siano parimenti peccaminose al cospetto di Dio. Esistono delle gradazioni di peccato. Alcuni peccati sono peggiori di altri. Allo stesso tempo, relativamente sia alle conseguenze eterne sia alla salvezza, tutti i peccati sono uguali. Ogni singolo peccato porterà alla condanna eterna (Romani 6:23). Tutto il peccato, per quanto “piccolo”, è contro un Dio infinito ed eterno, e merita pertanto un castigo infinito ed eterno. Inoltre, non c’è peccato troppo “grande” che Dio non possa perdonare. Gesù morì per scontare il castigo per il peccato (1 Giovanni 2:2). Gesù morì per TUTTI i nostri peccati (2 Corinzi 5:21). Sono tutti uguali i peccati per Dio? Sì e no. Quanto alla gravità? No. Quanto al castigo? Sì. Quanto alla perdonabilità? Sì.


Torna alla home page italiana

Sono tutti uguali i peccati per Dio?